Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie

I cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito e alla profilazione dell'utente per fini statistici. Proseguendo nella navigazione o chiudendo questa finestra, presti il tuo consenso all'installazione dei cookie.

Chiudi

L'educazione finanziaria più efficace alle elementari

abacoIl progetto "educazione finanziaria nelle scuole", nato nel 2007 da una collaborazione MIUR - Banca d'Italia, prevede un programma formativo biennale rivolto preferibilmente alle classi intermedie di ciascun ciclo scolastico.

Le materia trattate sono, per il primo anno "la moneta e gli strumenti di pagamento alternativi al contante" e, per il secondo anno, "la stabilità dei prezzi".

Nella fase pilota, che si è svolta nell'anno scolastico 2008-2009, sono stati coinvolti circa 650 studenti di 32 classi di scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Nella seconda edizione (anno scolastico 2009-2010) il campione ha compreso oltre 200 istituti per 458 classi (171 elementari, 172 medie e 115 istituti di scuola superiore) distribuiti su tutto il territorio nazionale, gli studenti coinvolti sono stati circa 9000.

E' attualmente in corso la terza edizione e Banca d'Italia ha effettuato i primi rilevamenti sulle edizioni precedenti: sorpredentemente l'incremento maggiore nelle competenze finanziarie è stato rilevato nelle scuole elementari. Sottoponendo bambini e ragazzi ad alcuni test di valutazione prima e dopo il corso, si sono riscontrati i seguenti miglioramenti:

  • Scuole elementari: dal 52% di risposte corrette (prima del corso) al 71%
  • Scuole medie: dal 55% di risposte corrette al 65%
  • Scuole superiori: dal 52% di risposte corrette al 64%

Alcune settimane fa l'Ocse ha incluso l'educazione finanziaria tra i dieci principi di livello prioritario per la protezione dei consumatori. E' noto che la scarsità di competenze in ambito finanziario è tra le prime cause di rischio, seguita a ruota dall'eventuale ondata emotiva al momento dell'investimento. Per questo risulta fondamentale intervenire sin dalle scuole elementari, per creare già tra i più piccoli la familiarità con il risparmio e le scelte di natura finanziaria.

I risultati ottenuti da questa prima tranche sperimentale sono fortemente incoraggianti e indicano un'ottima recettività dei bambini delle scuole elementari (biennio centrale) rispetto ai temi economico-finanziari.

A Bologna e provincia hanno partecipato al corso 2009/2011 le seguenti scuole:

- Scuole elementari e medie IC11 Via Beroaldo (Bologna)

- Liceo L. Galvani (Bologna)

- Scuole elementari e medie IC Gambettola (BO)

- Scuole medie IC Guinzelli, Castelfranco Emilia (BO)

 

Fonte: Sole 24 ore - Sito Banca d'Italia

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Studio Invento professionisti Joomla! Bologna