Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie

I cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito e alla profilazione dell'utente per fini statistici. Proseguendo nella navigazione o chiudendo questa finestra, presti il tuo consenso all'installazione dei cookie.

Chiudi
twilight1.jpgtwilight4.jpg

30 ore e assistenza alla mensa: perchè il servizio salva il modello orario

orologioLa scuola pubblica primaria a cui eravamo abituati (periodo precedente alla riforma Moratti del 2003) offriva, gratuitamente per le famiglie, i seguenti piani orari:

- Tempo modulo: 30 ore formative suddivise in 5 giorni settimanali + 3 ore di assistenza alla mensa

- Tempo pieno: 30 ore formative suddivise in 5 giorni settimanali + 5 ore di assistenza alla mensa + 5 ore di attività parascolastiche (laboratori, assistenza ai compiti, ecc...).

Coloro che ricordano i vecchi piani a 24 ore settimanali (scuola solo la mattina, da lunedì a sabato), ricorderanno anche che negli anni si sono aggiunte nuove materie (inglese, informatica, 2 ore di religione, ecc...), le quali hanno portato all'innalzamento delle ore (ma non a un adeguamento dei contratti degli insegnanti...).

L'allungamento dei piani orari ha fatto sì che le ore di lezione "sforassero" nel pomeriggio, portando con sè il problema del pranzo. Per le famiglie che non potevano portare a casa i bambini a mangiare, per poi riaccompagnarli a scuola, il Comune ha istituito un servizio di mensa a pagamento (fornitura del pasto), appaltando il servizio a cooperative apposite.

Senza il servizio mensa, tutti i genitori sarebbero stati costretti a portare a casa i bambini per l'ora del pranzo, per poi riportarli a scuola subito dopo (nessun decreto legge prevede fondi statali per la fornitura dei pasti nelle scuole). Va da sè che la maggioranza dei genitori, per stradario o per motivi di lavoro, sceglie a tutt'oggi il servizio di mensa interna.

Durante il Ministero Moratti è nato il concetto di ore opzionali (L. 53/2003 e D.L. 59/2004). Sebbene sul momento questo non abbia portato a cambiamenti sensibili nei programmi, i piani di 30 ore sono diventati, abbastanza arbitrariamente, di 27 ore più 3 ore opzionali, senza chiarire quali fossero le materie "opzionali". A dimostrazione del potere degli slogan, si è fatta largo l'idea che il programma di 30 ore si potesse svolgere anche in 27.

Il decreto Gelmini-Tremonti (L. 133 del 06/08/08 e DPR 89 del 20/03/09) si è appoggiato a questa pre-indicazione per ridurre i fondi destinati all'insegnamento. Il risultato netto di proposte/proteste è una legge che impone un congelamento a una categoria, e un taglio economico all'unica rimanente, ovvero:

Tempo pieno: sempre 30 ore + 5 + 5 (vedi sopra), ma non si possono attivare classi aggiuntive, rispetto a quelle attive nel 2009.

Tempo modulo: 24 ore, estendibili fino a 30 se ci sono le risorse (ovvero, a scalare man mano che il numero degli insegnanti si ridurrà).

Questo significa che mentre per il tempo pieno, nei suoi limiti di attivazione, il piano orario formativo è rimasto garantito, il tempo modulo deve fare i conti con le risorse (umane, ovvero insegnanti) che lo stato assegna di anno in anno. A questo punto, di fronte al calo nelle ore formative (che per ovvi motivi non va a toccare ore "ausiliarie" quali inglese, informatica, religione, ma ricade sulle ore di italiano e matematica), purtroppo non è più possibile pensare di poter contare sugli insegnanti per il servizio di assistenza alla mensa, a meno di ridurre ulteriormente le ore formative.

Quest'anno, presso il Comune di Medicina, la scuola primaria basata sul tempo modulo è stata così strutturata:

- 1° classi: 27 ore formative (3 pomeriggi a casa) e assistenza alla mensa gestita dagli insegnanti

- 2°, 3°, 4°, 5° classi : 30 ore formative (2 pomeriggi a casa) e assistenza alla mensa gestita dalle educatrici della cooperativa Ida Poli (costo del servizio: 90 €/anno)

Tutti/e gli/le insegnanti dei plessi della primaria riportano commenti positivi sulla qualità del servizio svolto dalle educatrici, che permette alle classi del tempo modulo di mantenere le 30 ore formative, al pari del tempo pieno.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Studio Invento professionisti Joomla! Bologna