Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie

I cookie sono necessari al corretto funzionamento del sito e alla profilazione dell'utente per fini statistici. Proseguendo nella navigazione o chiudendo questa finestra, presti il tuo consenso all'installazione dei cookie.

Chiudi
twilight1.jpgtwilight4.jpg

Didattica mirata per i casi di dislessia

DislessiaCon il nuovo anno scolastico arrivano importanti novità per gli alunni dislessici (circa 200.000 i potenzialmente interessati). La dislessia, la disortografia, la disgrafia e la discalculia sono adesso riconosciuti come disturbi specifici di apprendimento (Dsa). Il decreto attuativo e le linee guida, che arrivano dopo la legge 170/2010, attesa da 10 anni e recentemente approvata, prevedono misure in grado di favorire il successo scolastico di questi alunni.

Arriveranno nelle scuole strumenti utili, come registratori vocali, programmi di videoscrittura con correttore ortografico e calcolatrici.

Le scuole hanno il compito di segnalare alle famiglie le eventuali evidenze di disturbi specifici di apprendimento, in modo da avviare il percorso per una corretta diagnosi. Dopo l'individuazione di un alunno con Dsa, la scuola dovrà attivare interventi didattici individualizzati, anche attraverso la redazione di un Piano didattico personalizzato, con l'indicazione degli strumenti compensativi e delle misure adottate. Anche la valutazione dovrà avvenire consentendo all'alunno di dimostrare effettivamente il livello di apprendimento raggiunto.

Nei casi più gravi è possibile prevedere prove di valutazione alternative a quelle standard (ad esempio esami di lingua stranieri diversi dalle prove scritte).

LINK UTILI

DIS-BLOG: Un blog per la dislessia

Associazione D.S.A (Dislessia, un limite da superare)

Associazione Italiana Dislessia

Fonti principali: Il Sole 24 Ore

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Studio Invento professionisti Joomla! Bologna